Scuola e giovani LGBTQIA+: una formazione per docenti

Antidiscriminazione Formazione

di Redazione CIG Arcigay Milano

Sabato 7 ottobre, alle 9:30 da mosso, terremo una giornata di formazione sulle giovani persone LGBTQIA+ e la scuola, dedicata a docenti e personale educativo.

L’evento è a iscrizione obbligatoria ma è già sold out.

Per qualunque informazione puoi comunque scrivere a scuola@arcigaymilano.org.

  • Cosa significa LGBTQIA+?
  • Che differenza c’è fra orientamento sessuale, identità di genere e ruolo di genere?
  • Che importanza ha il linguaggio?

Quando con il nostro Gruppo Scuola teniamo i nostri incontri nelle scuole (lo facciamo dal 1994, e solo nell’ultimo anno ne abbiamo tenuti più di 100!) spesso lə insegnanti sono interessatə tanto quanto lə studentə. Ci sentiamo sempre chiedere: “Ma una formazione anche per noi? La potreste organizzare?”.

Sempre più spesso, infatti, il corpo docente delle scuole primarie e secondarie si trova a confrontarsi con generazioni che hanno nuove visioni sui temi delle identità e del linguaggio. C’è la necessità di avere nuovi strumenti per potersi confrontare tra persone adulte e lə ragazzə: conoscenza e condivisione, tra l’altro, contribuiscono a creare un ambiente meno fertile per episodi di bullismo e di discriminazione.

Per parlare di questi temi, il 7 ottobre abbiamo invitato diverse persone che, a vario livello, potranno dirci la loro, raccontandoci storie, esperienze, punti di vista.

Ad aprire la giornata sarà Laura Caruso, presidente onoraria di ACET, che ci porterà un focus sull’identità di genere, calandoci immediatamente nel contesto che vivono le persone transgender a scuola.

Ascolteremo poi le esperienze di chi vive la scuola ogni giorno, su diversi piani, in modo tale da fornire una visione completa dei differenti percorsi che si possono sviluppare in un istituto scolastico: Tommaso Fiore, studentə transgender dell’Università Statale di Milano, ci racconterà la sua esperienza all’interno dell’ateneo. Silvia Colombati, docente di scuola secondaria di secondo livello, ci parlerà del percorso di introduzione alle carriere alias che ha contribuito a creare nell’istituto dove insegna; infine avremo l’intervento di Anna Maria Fisichella, responsabile delle carriere alias di Agedo Milano.

Ma che parole utilizzare per spiegare e comunicare con lə ragazzə?

Il linguaggio è fondamentale per trattare queste tematiche e far sì che ognunə si senta a proprio agio e liberə di esprimersi: ecco perché nel pomeriggio abbiamo invitato Beatrice Cristalli, linguista, consulente editoriale per case editrici che si occupano di scolastica e formatrice di docenti, che ci parlerà delle sue esperienze e ci darà alcuni suggerimenti per comunicare in maniera corretta ed efficace con lə ragazzə.

Chi si sentisse impreparatə sull’argomento non deve preoccuparsi, le persone volontarie del Gruppo Scuola faranno una breve introduzione alla giornata, spiegando alcuni dei termini più comuni utilizzati quando si parla di identità: l’obiettivo è che tuttə lə partecipanti abbiano le stesse basi per seguire la formazione indipendentemente dalle loro conoscenze pregresse.

L’iniziativa è completamente gratuita ed è stata possibile grazie ai fondi che Chiara Ferragni ha destinato alle nostre attività per le scuole.

Se sei unə docente o unə studentə e vuoi organizzare un incontro con il Gruppo Scuola presso il tuo istituto, puoi scriverci via mail: combattiamo il bullismo insieme!

Condividi tramite: Facebook Twitter Email
Link Copiato!

News Correlate

“Sono lesbica”. Combattere i pregiudizi con la visibilità

donna, lesbica, bandiera

“Sono lesbica”. Combattere i pregiudizi con la visibilità. Una riflessione a cura del Gruppo Donna del CIG.

Maggio 2024 al CIG: tutti gli eventi

Picnic, uno speed date LBT+, letteratura queer e un nuovo aperitivo CIG fra gli appuntamenti del mese.

Ponti Trans-culturali: un corso di italiano per persone LGBTQIA+ migranti

Un corso di italiano per persone LGBTQIA+ migranti che mira all'inclusione sociale…

→  Tutte le news e progetti