HOME PRIDE FORUM ANNUNCI FOTO LINK NEWS LIBRI E FILM
 
BANDI/CONCORSI
 
COMUNICATI
 
APPUNTAMENTI
  ASSOCIAZIONE
   
  SEZIONI/GRUPPI/COMMISSIONI
  SERVIZI
  DICHIARAZIONE REDDITI 2013

CERCA NEL SITO
powered by Google!
CERCA NELLE NEWS

ordina per:

 

a proud member of:

 

Associazione ospite: SportelloTrans

Associazione ospite: Gay Statale

 



HOME > Comunicati stampa

Comunicato Stampa Arcigay

14 aprile 2010
 

ARCIGAY: VOGLIAMO IL MATRIMONIO CIVILE

L’ANTICHITÀ DI UN PREGIUDIZIO

 NON È UN BUON MOTIVO PER LA SUA SOPRAVVIVENZA

Arcigay prende atto con rispetto delle decisioni della Corte Costituzionale e dell’indicazione di rimettere la questione del matrimonio tra persone dello stesso sesso al Legislatore. Sappiamo con certezza che l’Europa e la cultura giuridica dell’Occidente sono dalla parte del movimento lgbt e con il riconoscimento della piena eguaglianza di diritti.

Al di là dell’esito del dibattimento presso la Consulta, abbiamo avuto modo di verificare l’avanzamento di tale dibattito, che necessita di nuove energie e di un rinnovato impegno perché esso entri a far parte della cultura sociale e giuridica in modo maggiormente esteso e diffuso.

Le persone omosessuali italiane stanno percorrendo lo stesso sentiero di emancipazione affrontato nel passato da altri gruppi sociali: schiavi, donne, ebrei, neri. Le tappe sono analoghe, il risultato non potrà che essere lo stesso. Oggi come in passato questo segnerà un progresso non solo per i diritti delle categorie che rappresentiamo, ma dell’intera società che si scoprirà così più libera e giusta.

L’esito negativo di oggi ci spinge a rilanciare la nostra lotta di civiltà, ben consapevoli che il diritto è un’entità viva, in perenne evoluzione, al pari della società. D’altra parte già in passato la Corte costituzionale ha emesso importanti sentenze, salvo poi ribaltarne il contenuto dopo pochi anni. All’inizio degli anni sessanta la Consulta, interpellata sul tema dell’adulterio, dichiarò legittima la norma del codice penale che puniva col carcere, in caso di infedeltà, le donne e non gli uomini. Solo dopo pochi anni la stessa Corte cambiò completamente opinione e dichiarò incostituzionale il delitto d’adulterio riconoscendo che i costumi erano cambiati. Così è accaduto anche per leggi importantissime come quella del divorzio e dell’aborto.

C’è voluta ostinazione e tenacia in tutte le lotte che hanno rimosso uno a uno gli ostacoli all’affermazione del principio di piena uguaglianza, ce ne vorrà quindi anche oggi per permettere a gay e lesbiche di veder garantiti i propri diritti. Con questa tenacia riprendiamo la nostra battaglia di libertà con un nuovo strumento: il costituendo Comitato “Sì lo voglio” che consoliderà l’opera culturale e giuridica per l’ottenimento del matrimonio civile fra le persone dello stesso sesso.

Ribadiamo oggi quanto scrisse la Corte Suprema del Sudafrica quando ammise il matrimonio tra persone dello stesso sesso: “L’antichità di un pregiudizio non è un buon motivo per la sua sopravivenza”



IL NOSTRO IMPEGNO
La discriminazione
Lotta contro l'Aids
SOTTOTIRO
L'omosessualità
Omosessuali e nazismo
L'omofobia cattolica
La nostra bandiera
I delitti gay
IN VETRINA
Novità in videoteca
Novità in biblioteca
CARTELLONE
Agenda Milano
Milano glbt

Dai il tuo contributo alle iniziative della nostra associazione, fai click qui sotto.

Transazione sicura gestita da PayPal

Iscriviti alla nostra
mailing list















ANELLO SITI DI CULTURA GAY
cultura gay omosofia
enrico oliari gay roma
braibanti daniela danna
franc. gnerre giov. dall'orto
rainbow nation asher colombo
pasq. quaranta fond. s. penna

Il C.I.G. Comitato Provinciale Arcigay Milano è una associazione di volontariato ONLUS.
La Segreteria del Centro è aperta tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 15.00 alle 20.00
Via Bezzecca 3, 20135 Milano. Tel. 0254122225 - Fax 0254122226 - e-mail: segreteria@arcigaymilano.org
E' consentita la riproduzione del materiale originale del sito, purchè ne venga citata la fonte