Al via il Festival Tramedautore al Piccolo Teatro Grassi. Sconti per i soci Arcigay

Full Review

Il Festival Tramedautore, anche quest’anno si svolgerà dal 13 al 24 settembre presso il Piccolo Teatro Grassi – Nina Vinchi e Piccolo Teatro Studio Melato, con spettacoli provenienti da Belgio, Gran Bretagna, Italia, Olanda e Svezia (alcuni in lingua originale con sovratitoli in italiano), performance e concerti.

In particolare,  si segnala lo spettacolo Men in the cities dell’inglese Chris Goode (23 settembre), un lavoro molto particolare e coinvolgente, uno spettacolo che segue le vite di alcune presone, esclusivamente uomini nel corso di uno stesso lasso di tempo, e che può essere sicuramente interessante e significativo per la comunità gay.

Per gli associati ARCIGAY, Tramedautore riserva un biglietto ridotto a 8 € per gli spettacoli del Festival.

Venerdì 22 settembre

ore 19.30 | Piccolo Teatro Grassi | Italia

LUCIFER 

di Erika Z. Galli e Martina Ruggeri | con PierGiuseppe Di Tanno e Lady Maru | musiche originali Lady Maru | luci Daniele Spanò, Luca Brinchi | costumi Clara Tosi Pamphili| maschera Tiziano Fario | produzione Industria Indipendente | coproduzione Carrozzerie N.O.T | residenze Armunia, Città del Teatro (Cascina), Corsia Of (Perugia), Angelo Mai (Roma) | in collaborazione con short theatre

Lucifer è un essere catapultato in un’altra dimensione, figlio cacciato dal padre che si ritrova a dover nascere di nuovo. Essere esanime e non armonico entra nel corpo e trova sostanza: cresce con rapidità si fa grande e potente, abile nelle parole e nelle movenze, ammaliatore, ribelle, inarrestabile. Un corpo allenato per contenere la furia dell’Universo tutto. In una scenografia multimediale in continuo movimento, animato da interventi musicali live, si sviluppa il dialogo tra l’attore, il musicista e la scenografia.

Industria Indipendente è un progetto artistico dedito alle arti performative e teatrali, fondato da Erika Z. Galli e Martina Ruggeri. La loro ricerca inizia nel 2005 con la sperimentazione del video e della performance legati alla scena underground romana. Dal 2010 iniziano un percorso drammaturgico, e nel 2014 ricevono il premio Hystrio con il testo Supernova.

 

Sabato 23 settembre

ore 19.30 | Piccolo Teatro Grassi | Gran Bretagna

MEN IN THE CITIES 

di Chris Goode | con Giulio Forges Davanzati | regia Silvio Peroni | una coproduzione Festival Quartieri dell’arte (Viterbo), Ludwig – Officina di Linguaggi Contemporanei (Milano), Fortresse (Belgio), Odissea (Crotone)

 

Contornato da due morti violente – il suicidio apparentemente inspiegabile di un ragazzo gay e l’omicidio di Drummer Lee Rigby fuori dalla caserma della Royal Artillery a Woolwich nel 2013 – Men in the Cities è uno spettacolo coinvolgente sul male, sulla complicità e sulle forze che regolano le nostre relazioni in un ambiente frammentario e alienante come le città del XXI secolo. 

Men in the cities segue la vita di un certo numero di persone, esclusivamente uomini, nel corso di uno stesso lasso di tempo. Scorci di vita, strappi di personalità. Mascolinità in crisi e mascolinità in fase di svolta, ma forse ciò che è più straordinario del lavoro di Goode è il modo in cui ritrae, con una visione piuttosto nichilistica, la vita contemporanea, articolando sentimenti di compassione con delicata precisione.
Questo è un pezzo magistrale, che nasce da una grande capacità di osservazione
 – Financial Times

Lo spettacolo si sviluppa, come una sinfonia, per arrivare allo sconvolgente climax emozionale – The Telegraph

Chris Goode, drammaturgo, poeta, regista e attore, critico letterario, musicista e artista sonoro, è stato definito dal giornale The Guardian come “un artista di teatro di infinito talento e infinita compassione”.

Ha realizzato numerosi lavori, esplorando una grande varietà di stili e ha vinto quattro Fringe First Awards per Men in the CitiesMonkey BarsNeutrino(2001) e Kiss of Life. È stato direttore artistico del Camden People’s Theatre (Londra) dal 2001 al 2004, e nel 2011 ha fondato la compagnia Chris Goode and Company. 

 

 

Domenica 24 settembre

ore 19.30 | Piccolo Teatro Grassi | Italia

TODI IS A SMALL TOWN IN THE CENTER OF ITALY

testo e regia Livia Ferracchiati | aiuto regia Laura Dondi | dramaturg Greta Cappelletti | con Caroline Baglioni, Michele Balducci, Elisa Gabrielli, Stella Piccioni, Ludovico Röhl | movimenti scenici e costumi Laura Dondi | scene Lucia Menegazzo | ideazione luci Emiliano Austeri | consulenza illuminotecnica Giacomo Marettelli Priorelli | regia e montaggio video Brando Currarini e Ilaria Lazzaroni | produzione Teatro Stabile dell’Umbria/Terni Festival | residenza artistica presso il Caos di Terni | con il sostegno di Indisciplinarte e Associazione Demetra | in collaborazione con compagnia The Baby Walk

Come si vive in un piccolo centro in cui tutti conoscono tutti? Cosa a Todi è “meglio non fare”?

Todi is a small town in the center of Italy è la fotografia di una realtà geografica specifica, ma pone una domanda più ampia: perché abbiamo l’esigenza di mantenere l’ordine? 

Manteniamo l’ordine a costo della privazione di quello che desideriamo profondamente, c’è qualcosa nell’essere liberi che fa paura. Michele, Stella, Elisa e Caroline sono quattro “tuderti” (abitanti di Todi), una piccola tribù di trentenni con proprie regole e rituali. Un quinto personaggio, un documentarista, connette finzione e realtà: studia e annota le caratteristiche della città e dei suoi abitanti. Lo spettacolo teatrale è insieme un’inchiesta sui tabù e la morale d’oggi che si fa specchio della provincia italiana e dell’Italia.

Indagini antropologiche che incrociano la via del teatro per parlare di noi, di come siamo fatti, di come e perché spesso dietro un’apparente tranquillità, routine, quotidianità, o chiamatela come volete, si nascondano chiusure, paure, insicurezze – L’Unità

Livia Ferracchiati si diploma come regista alla Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi nel 2014. Collabora come regista e drammaturga con il Teatro Stabile dell’Umbria. Nel 2015 fonda la compagnia The Baby Walk con la quale progetta e mette in scena la Trilogia sull’Identità sul tema del transgenderismo da donna a uomo. I primi due capitoli, Peter Pan guarda sotto le gonne e Stabat Mater, sono stati selezionati per la Biennale Teatro 2017. 45. Festival Internazionale del Teatro, insieme a Todi is a small town in the center of Italy. Il testo di Stabat Mater ha vinto il Premio Hystrio-Scritture di Scena 2017.

Prenotazioni a comunicazione@outis.it

LUOGHI DEL FESTIVAL

PICCOLO TEATRO GRASSI E CHIOSTRO NINA VINCHI – Via Rovello, 2 Milano (MM1 Cordusio)

PICCOLO TEATRO STUDIO MELATO – Via Rivoli, 6 Milano (MM2 Lanza)

TRAMEDAUTORE 2017

11 spettacoli | 6 concerti | 11 performance tra Chiostro e centro città | 6 concerti film e video

residenze | 1 giornata di studi

Chat Amica OffLine o occupata con un utente

Al momento la ChatAmica non è operativa, puoi usufruire del servizio lunedì, mercoledì e venerdì dalle 20 alle 23.

Benvenuto nel servizio di ChatAmica, siamo qui per te! (AVVISO: sconsigliamo l'utilizzo di explorer come browser a causa di problemi di compatibilità con la chat)

Clicca INVIO per chattare